Museo delle Navi Romane

Nemi, museo delle navi romane

Per il suo valore il sito vuole essere proposto per il riconoscimento di Patrimonio dell Umanità all UNESCO e a tale scopo si è costituito un Comitato Promotore cui aderiscono il Comune di Nemi il Comune di Genzano di Roma il Parco Regionale dei Castelli Romani la Sezione dei Castelli Romani di Italia Nostra la Sezione dei Castelli Romani di Legambiente la Sezione dei Castelli Romani dell Archeoclub d Italia la Sezione dei Castelli Romani del WWf la Fondazione Naves Nemorenses la Fondazione Euronatur il Consorzio Imprese dei Castelli Romani la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio In questa ottica di conoscenza salvaguardia valorizzazione e tutela del bacino di Nemi elemento fondamentale è la presenza del Museo delle Navi Romane realizzato nel 1935 per ospitare gli scafi dell imperatore Caligola e parzialmente distrutto nel 1944 a causa di un incendio in cui andarono drammaticamente perdute le due navi Il Museo rappresenta un centro fondamentale per il consolidamento del rapporto con il territorio e con le sue realtà e ospita frequentemente iniziative culturali Mostre Convegni Seminari che hanno contribuito ad un notevole ampliamento del pubblico e dei flussi turistici in particolare scolastici ed universitari Fa parte inoltre del Sistema

Via del Tempio di Diana, 13, 00040 Nemi Roma